Kodak Printomatic, la fotografia istantanea secondo Kodak

Il fascino della fotografia istantanea sembra colpire tutti, ma proprio tutti. Persino Kodak non ha saputo resistere al ritorno in grande stile della pellicola, ed è riuscita a inventarsi un prodottino niente male.

Nel 2017 l’azienda ha infatti creato la Kodak Printomatic, la prima fotocamera istantanea del marchio. I designer sono riusciti a coniugare il look vintage con la moderna anima tecnologica nel migliore dei modi, dando vita a una fotocamera bella e facile da usare.

La Kodak Printomatic è analogica, anche se è dotata di uno slot per alloggiare una microSD da 32 GB. In questo modo potrai salvare le foto e conservarne una copia digitale dopo la stampa.

Ma la domanda che tutti si fanno è: vale la pena acquistare questa fotocamera istantanea? Proverò a darti una risposta nel corso di questa recensione, quindi preparati a prendere appunti. Iniziamo!

kodak printomatic recensione

 

Il design della Kodak Printomatic

Questa piccola scatoletta bicolore a marchio Kodak ha un certo non so che di affascinante. Il suo aspetto retrò ben si concilia con la moderna tecnologia che nasconde al suo interno.

Devo ammettere che, per certi versi, mi ricorda un po’ la Polaroid Snap Touch: stessa forma, stesse linee e stesso spirito vintage. Il design è squadrato ed essenziale, senza inutili fronzoli. E la semplicità di utilizzo è a dir poco disarmante. Insomma, a prima vista l’impressione è decisamente positiva.

La macchina è realizzata completamente in plastica e, proprio per questo, è leggerissima. Il pratico formato tascabile consente di portarsela in giro senza problemi: in fondo, pesa solo 300 grammi.

Si può scegliere fra 6 colorazioni disponibili, alcune più vintage (come il classico giallo Kodak) e altre più pop (ad esempio il verde o il turchese brillante). La presenza della striscia bianca superiore contribuisce, a mio parere, a rendere il design più elegante.

Kodak è riuscita a ridurre al minimo i comandi presenti sulla fotocamera, cosa che sinceramente apprezzo moltissimo. Praticamente c’è solo un tasto d’accensione sul retro, il pulsante di scatto nella parte superiore (attenzione, è iper sensibile!) e un piccolo switch che ti permette di scattare sia foto a colori che in bianco e nero. Stop.

Per il resto, la Kodak Printomatic fa tutto da sola. Mette a fuoco, regola l’esposizione e l’apertura in autonomia. Tu devi solo inquadrare e scattare. Facile, no?

È anche dotata di un flash integrato, come si vede dal minuscolo led presente nella parte frontale della fotocamera. Sul retro, invece, troviamo il vano delle cartucce e 3 piccole spie che indicano lo stato della batteria, gli scatti rimanenti e la presenza o meno di una microSD card.

Sì, perché la Kodak Printomatic ti dà la possibilità di salvare le tue foto su un supporto esterno, in modo da conservare una copia digitale dopo la stampa. E a proposito di questo, quasi dimenticavo di dirti che la fessura di espulsione delle foto è situata sul lato sinistro della macchina. Sul fondo, invece, troviamo l’attacco per il cavo micro USB e lo slot per la scheda di memoria.

kodak printomatic

Scheda tecnica della Kodak Printomatic

Ho preparato un piccolo riassunto delle caratteristiche tecniche più importanti della Kodak Printomatic. Se non t’importa granché del design, puoi consultare direttamente questa sezione e farti un’idea circa le prestazioni della macchina:

  • Dimensione immagine: 50,8 x 76,2 mm
  • Scheda di memoria: MicroSD (TransFlash)
  • Apertura: F/2.2
  • Regolazione messa a fuoco: auto
  • Megapixel: 10 MP
  • Cavi inclusi: micro-USB
  • Stabilizzatore immagine
  • Stampa su carta fotografica
  • Modalità di esposizione: auto
  • Flash integrato
  • Batteria built-in agli ioni di litio
  • Peso: 305 grammi

Ricorda che stiamo pur sempre parlando di una fotocamera istantanea, niente a che vedere con le complicatissime reflex che si utilizzano oggigiorno. Per questo la scheda tecnica è così breve: il funzionamento è talmente semplice da non richiedere complicate specifiche. E poi diciamocelo, le fotocamere istantanee non sono famose per le loro altissime performance, quanto per la spontaneità delle foto che ci permettono di scattare.

Come vengono le foto scattate con la Kodak Printomatic?

Come ti dicevo poco fa, non aspettarti chissà che. Il sensore da 10 MP fa quello che può, e di certo non fa miracoli. Le potenzialità dell’ottica fissa, poi, sono limitate. Inoltre, considera che non hai nessun controllo sul flash né sulla messa a fuoco (che è automatica).

Insomma, non puoi sbizzarrirti più di tanto con questa macchina, né realizzare esposizioni multiple (punto forte di fotocamere come le Lomo). In compenso, posso dirti che raramente troverai fotocamere tanto facili da utilizzare quanto la Kodak Printomatic.

Detto questo, le foto vengono abbastanza bene. Le trovo un po’ scure per i miei gusti, lo si nota soprattutto dal controluce che rende la foto praticamente tutta nera e buia. Credo anche che la macchina sia più adatta a scattare selfie o ritratti piuttosto che paesaggi naturali, perché non riesce a eseguire scatti degni di nota. Il campo è ristretto, i colori sono piuttosto scuri e non vengono applicati particolari effetti alle foto – che potrebbero invece dare quella marcia in più al tutto.

Tieni presente che il mirino ottico è decentrato rispetto all’obiettivo. All’inizio dovrai fare un po’ di pratica per azzeccare le inquadrature, ma poi tutto risulterà più facile.

Come ti accennavo all’inizio di questa recensione, il pulsante di scatto è particolarmente sensibile. Basta sfiorarlo leggermente e la macchina farà il resto. Inutile dirti che lo schiaccerai mille volte per sbaglio, e purtroppo c’è poco da fare a riguardo. L’unica è prestare moltissima attenzione fra uno scatto e l’altro!

Sapevi che puoi anche utilizzare la Kodak Printomatic come una sorta di fotocamera digitale? Per farlo, devi solo inserire la microSD nel suo slot e dimenticarti delle pellicole. Niente cartuccia quindi, non è necessaria. Quando premerai il pulsante di scatto, la macchina salverà la foto all’interno della scheda e tu potrai stamparla in un secondo momento.

I fogli termici Zink

Esattamente come le Polaroid, anche la Kodak Printomatic utilizza i fogli termici Zink al posto delle pellicole. Nel giro di 37 secondi netti potrai stringere fra le mani le foto che hai scattato.

Quest’innovativa tecnologia permette di risparmiare sull’acquisto di toner, batterie e cartucce. Ciascun foglio è infatti carico di cristalli di colore che si sviluppano solo grazie al calore della macchina. D’altronde la sigla del prodotto significa proprio Zero Ink, a indicare il nuovo metodo di stampa.

I fogli termici sono impermeabili e adesivi, perfetti per attaccare le foto sul tuo bullet journal o dentro casa. L’unica pecca è che sono piuttosto piccoli, misurano solo 2×3 pollici. Poco male, vorrà dire che ti toccherà sbizzarrirti nell’assemblare divertenti collage da regalare agli amici!

Ma quanto costano i fogli Zink? Su Amazon puoi trovare delle confezioni da 20 al costo di circa € 15, a seconda della disponibilità delle offerte. In pratica, ogni foto ti costerebbe € 0.75 contro i € 0.90 delle pellicole Instax Fujifilm.

La mia opinione sulla Kodak Printomatic

Eccoci arrivati al punto decisivo di tutta la recensione: vale la pena comprare la Kodak Printomatic o no? La mia risposta è sì. Credo sia perfetta per avvicinarsi al mondo della fotografia istantanea: costa poco, è facilissima da usare e scatta delle foto abbastanza buone.

Attualmente il suo prezzo varia tra gli € 85 e i € 105, non molto distante dalle entry level Fujifilm come la Instax Mini 8 o Mini 9.

Se invece cerchi effetti più particolari, dalle atmosfere decisamente più vintage, ti consiglio di orientarti sulle Lomo, ma solo se hai già un minimo di esperienza nel campo della fotografia. Queste fotocamere, al contrario della Kodak, sono manuali e vanno quindi impostate prima di iniziare a scattare. Acquistale solo se hai già smanettato con qualcosa di simile in passato, altrimenti rischi di rimanere deluso.

9 Total Score
Ottima "Entry Level"

La kodak printomatic è perfetta per avvicinarsi al mondo della fotografia istantanea: costa poco, è facilissima da usare e scatta delle foto abbastanza buone. Attualmente il suo prezzo varia tra gli € 85 e i € 105. E' quindi molto conveniente.

User Rating: Be the first one!

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply